Cerca
Close this search box.

Cile, come organizzare il viaggio

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Cile

Il Cile è la nazione più lunga al mondo: si estende per 4300 km, tutti di straordinaria bellezza, fatti di mare, montagne, ghiacciai, vulcani e scenari mozzafiato, nonché di città dove poter conoscere la cultura locale. Ma quale città visitare in Cile quando si organizza un viaggio?

Prima di partire per il Cile

Prima di partire per il Cile, scopriamo le informazioni necessarie per organizzare un bel viaggio in questa terra magica.

Iniziamo dal periodo migliore per andarci: considerando l’estensione del territorio cileno, qui si trovano diversi tipi di climi a seconda della zona in cui si deciderà di andare.

A nord c’è il deserto di Atacama, conosciuto come il posto più arido del mondo; al centro, invece, il clima si caratterizza per inverni miti e piovosi ed estati calde; si passa poi al sud dove c’è un clima di tipo oceanico e freddo.

Poi, considerando che il Cile si trova nell’emisfero australe, l’estate va da dicembre a marzo e generalmente è questo il periodo migliore per visitare questo Paese, quando le temperature sono più calde e le piogge meno frequenti.

In particolare, se si vuole visitare il nord del Cile, è preferibile andarci nei mesi da dicembre a febbraio.

Se si vuole visitare la zona del centro

Se si vuole visitare la zona del centro (ad esempio Santiago, la capitale), meglio preferire i periodi ottobre-novembre o marzo-aprile. Infine, se la propria destinazione è il sud del Cile (la zona della Patagonia, per intenderci) è meglio andarci tra dicembre e gennaio.

Una volta scelta la propria destinazione e il periodo in cui andarci, si può quindi procedere con l’acquisto del proprio biglietto aereo. Dalle principali città italiane sarà possibile raggiungere il Cile facendo generalmente un solo scalo.

Per quanto riguarda i documenti per l’ingresso nel Paese, è necessario il passaporto, con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Il visto d’ingresso non è necessario per turismo fino a tre mesi (90 giorni) di permanenza nel Paese.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Dove vuoi andare?