Cerca
Close this search box.

Viaggio negli States, le migliori città per mangiare cibo italiano

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
viaggio negli states

Se volete fare un viaggio negli States ma non volete rinunciare al cibo italiano, sappiate che esistono diverse città americane in cui è possibile assaggiare piatti della cucina italica. Sicuramente, non saranno all’altezza delle pietanze servite nei ristoranti dello Stivale, ma possono essere una valida alternativa al fast food americano.

Il ristorante italiano in America è uno status

Il ristorante italiano in America è cambiato di stile probabilmente più di ogni altro genere di ristorante negli ultimi decenni. Anche se 50 anni fa, il termine “ristorante italiano” evocava immagini di tovaglie a quadretti rossi e bianchi, caraffe di chianti mediocre e un menu pesante di salsa rossa con classici come la Parmigiana di pollo che era più italo-americani che autentici italiani.

Poi è successo qualcosa di interessante: la gente si è annoiata, e una nuova tipologia di ristorante italiano è entrata in scena, in grado di rivaleggiare con sale da pranzo di più alto livello. E se amate il cibo italiano, queste città hanno la più alta concentrazione di ottimi ristoranti italiani rispetto a qualsiasi altra città americana.

Un ristorante italiano, seppur localizzato in America, deve mettere a disposizione dei clienti piatti di ispirazione italiana, ovviamente. In un primo momento, gli Italiani che arrivavano in America per lavoro o per turismo, si facevano bastare le pizzerie (anche se la pizza è totalmente diversa rispetto a quella realizzata dai pizzaioli italiani), poi, l’offerta si è evoluta.

Le migliori città dove mangiare italiano? New York e Los Angeles e Philadelphia

Citiamo, ad esempio, il Marea a New York, un santuario esclusivo per i piaceri semplici della costa italiana, lo chef Michael White Marea presenta un menu enorme che spazia tra piatti semplici come il fritto misto fino ai fusilli fatti in casa con midollo osseo e tentacoli di polipetti in un aspro ragù di pomodoro. Proseguiamo con l’Osteria Mozza a Los Angeles: sin dalla sua apertura nel 2007, questa destinazione gastronomica si è trasformata in un impero che abbraccia una pizzeria, un banco da asporto e una salumeria .

Sforna alcune delle migliori pizze e paste della città, ma il cuore del ristorante è il mozzarella bar Mozza. Otto piccoli piatti mostrano le varietà artigianali, dalla burrata condita con vinaigrette al porro piccante e pangrattato senape alla spugnosa bufala con pesto di basilico e salsa di caperberry. Il dessert merita una visita a sé stante con una selezione sempre mutevole di gelati stagionali e una torta della nonna.

C’è, poi, il Vetri a Philadelphia: l’ammiraglia della hall of fame dello chef Marc Vetri si trova in una casa signorile di Washington Square West, l’ambiente elegante che fa da palcoscenico ad un pasto da sette a nove portate che supera costantemente le aspettative.
Assolutamente personalizzato per ogni ospite, un pasto a Vetri è davvero unico, che spazia da un crudo stagionato e la rinomata crepe di cipolla dolce con fonduta di tartufo a un raviolo ripieno di midollo osseo, snapper intero al forno e sformato di nocciole o soufflé di cioccolato e polenta. Il calibro della lista dei vini è ovvio; abbinamenti rari di birra, tuttavia, sono una rivelazione.

Attenzione al visto

Prima di mettervi in viaggio per gli Stati Uniti, però, tenete presente che tutti i viaggiatori internazionali idonei che desiderano recarsi negli Stati Uniti nell’ambito del Visa Waiver Program devono richiedere un’autorizzazione, chiamata ESTA, che permette ai cittadini di
un paese idoneo – appartenente al programma di esenzione dal visto – di poter circolare su territorio statunitense.  Il viaggio non dovrà avere una durata maggiore ai 90 giorni e il viaggio negli USA dovrà avere motivazioni turistiche o lavorative. Per richiedere
un’autorizzazione, bisogna avere a disposizione un passaporto valido da un paese di Visa Waiver Program, carta di credito valida (MasterCard, VISA, American Express e Discover (JCB, Diners Club)) o PayPal per pagare i 14 dollari per applicazione, le proprie informazioni di contatto.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Dove vuoi andare?