Marrakech, cosa vedere

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Marrakech

Marrakech è una delle città più importanti del Marocco, meta ogni anno di tantissimi turisti. Quando si sta lavorando nell’organizzare un viaggio in Marocco, questa città non può e non deve assolutamente mancare nell’itinerario previsto.

Ma cosa vedere a Marrakech?

  1. Jemaa el Fna, conosciuta pure come la “Place”, una delle piazze più frequentate del Marocco, dal 2001 Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Qui ci sono tantissime persone ma anche artisti di strada, chiromanti, erboristi, animali e addestratori
  2. I souk, delle vie di mercatini in cui si vende di tutto. In questi mercatini si può vivere a pieno l’esperienza del posto con tante botteghe che vendono datteri, noci, frutta secca, gioielli, servizi da tè, e altri prodotti
  3. Medersa di Ali ben Yousef, scuola coranica del XIV secolo che ha chiuso nel 1962. Nel periodo di massimo splendore l’edificio ospitava 900 studenti ed è oggi visitabile tutto l’anno tranne durante le festività religiose
  4. I funduq di Rue Mouassine, sempre nella Medina, poco distante dalla Jemaa el-Fna e dalle stradine dei souk. Questi sono adibiti prevalentemente al commercio però non in piazza ma all’interno di palazzi con portali imponenti e ampi cortili dove vengono esposte le merci
  5. Palazzo Bahia, l’edificio si trova sul versante nord della Medina, al confine con l’antico quartiere ebraico (Mellah). La residenza era già utilizzata nel 1860 e fu completata all’inizio del XX secolo. Ci sono150 stanze (non tutte visitabili) decorate con marmi, terracotta, faggio e cedro
  6. Jardin Majorelle, nella parte nuova di Marrakech che, soprattutto grazie al turismo, ha conosciuto un incremento demografico. Si tratta di una villa adibita a doppia funzione di atelier e residenza privata
  7. Essaouira, è Patrimonio dell’Umanità UNESCO ed è famosa per le sue tante botteghe artigiane. Qui, come a Marrakesh, c’erano tantissimi ebrei che superavano di gran lunga la popolazione musulmana, e questo popolo ha contribuito molto alla diffusione del commercio facendo diventare il paese uno dei più importanti porti con traffici internazionali

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Dove vuoi andare?