Berlino, cosa vedere in città 

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Berlino

Berlino, la capitale della Germania, è una città che, nonostante la devastazione della Seconda Guerra Mondiale, è stata capace di rialzarsi e di divenire quello che è ora: moderna e ricca di tesori tutti da scoprire.

Uno dei simboli di Berlino

Uno dei simboli di Berlino è la Porta di Brandeburgo, risalente al 1791 ma che ha subìto gravi danni non solo durante le due guerre mondiali ma anche durante la guerra franco-prussiana.

È proprio qui che Reagan si rivolse a Gorbachov per chiedere la distruzione del Muro di Berlino, avvenuta nel 1989.

Un altro edificio iconico di Berlino è la Torre della Televisione, che si trova nel centro di Alexanderplatz.

Con l’ascensore si può raggiungere una piattaforma a 203 metri di altezza per godere di un bellissimo panorama; chi vuole può anche mangiare al ristorante Sphere.

Ma Berlino è anche ricca di musei, tanto che sul fiume Sprea si trova l’Isola dei Musei (Museuminsel): qui ci sono, a breve distanza l’uno dall’altro, il Museo Antico (Museuminsel), il Museo Nuovo (Neues Museum), il Museo Bode (Bodemuseum), il Museo di Pergamo, la Galleria Nazionale (Alte Nationalgalerie).

Un altro museo che merita

Un altro museo che merita una visita a Berlino è il Museo di storia tedesca (Deutsches Historiches Museum), dove sono custoditi reperti e testimonianze che ripercorrono i principali fatti della storia tedesca: dalla costruzione del muro passando per la dittatura nazista, le guerre mondiali e l’unificazione tedesca.

Ancora, l’East Side Gallery, tra il ponte Oberbaum (Oberbaumbrucke) e la stazione (Ostbanhof), dove sono ospitate varie opere della street art, come il “Bacio fraterno” tra Leonid Brezhnev e Erich Honecker.

Da non dimenticare il Memoriale dell’Olocausto, un monumento per ricordare gli ebrei uccisi in Europa. Questo si trova tra la Porta di Brandeburgo e Potsdamer Platz ed è stato inaugurato il 10 maggio 2005.

Infine, molto piacevole sarà passeggiare nel viale “Unter den Linden” (sotto i tigli): un chilometro e mezzo di strada, larga 60 metri circa, circondata ai due lati da lunghe file di tigli, piantati sin dall’epoca di Federico Guglielmo I di Prussia.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.