Seychelles, viaggio organizzato o fai da te?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Seychelles

Se fino a poco tempo fa organizzare un viaggio fai da te, soprattutto all’estero, sembrava una cosa impossibile, oggi invece è sempre più facile farlo, anche se la destinazione è una meta paradisiaca come le Seychelles.

Organizzarlo in autonomia

Infatti, non è per forza necessario affidarsi ad un viaggio organizzato, per quanto questo sia senza pensieri ma a volte anche più costoso e poco “modellabile” in base alle proprie esigenze.

Per organizzare un viaggio fai da te alle Seychelles bisogna considerare diversi aspetti, tutti molto importanti per la buona riuscita della cosa:

  • il periodo in cui recarsi qui dato che ci sono periodi di umidità, periodi di piogge e acquazzoni (dovuti ai cicloni a largo delle coste), stagioni più secche. Alla luce di tutto ciò, il periodo ideale è quello di transizione ad esempio nei mesi di aprile-maggio oppure ottobre-novembre
  • i documenti di viaggio: a parte il passaporto in corso di validità con almeno sei mesi residui, non servono visti o permessi per viaggiare alle Seychelles. In aereo le hostess consegneranno dei moduli da compilare con dati personali e sanitari e solo questi saranno da consegnare
  • acquistare i biglietti aerei per tempo in modo da risparmiare, tenendo conto che le compagnie dall’Italia sono, fra le altre, Emirates, Qatar, Turkish Airlines, Etihad, British Airways
  • gli spostamenti fra le varie isole: si potranno effettuare con aerei o traghetti mentre all’interno delle singole isole si possono prendere autobus locali o noleggiare delle auto
  • gli alloggi, ci sono soluzioni per tutte le tasche come alberghi, case vacanza e se si prenota per tempo, si pagherà anche solo 60 euro a notte per una doppia. Sempre meglio preferire la mezza pensione in quanto le cene sono molto costose ma ci sono alternative economiche come i take away
  • altre info utili: non serve nessun vaccino per recarsi qui e su tutte le isole vi sono ospedali eo cliniche ma i costi sono molto alti per questo un consiglio è quello di stipulare un’assicurazione medica che prevede anche ad esempio la copertura bagaglio, ritardo aereo, franchigia auto, annullamento viaggio, rimpatrio, spese sanitarie, recupero e soccorso della salma.

[smiling_video id=”278321″]


[/smiling_video]


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.