Cerca
Close this search box.

Giappone, come programmare al meglio il viaggio 

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Giappone

Programmare al meglio un viaggio in Giappone può sembrare una cosa difficile ma in realtà con i giusti accorgimenti, non sarà diverso dall’organizzare un qualsiasi altro viaggio. Innanzitutto bisogna stabilire quale sia il periodo migliore dell’anno in cui partire: il viaggio in genere può essere compiuto in ogni periodo dell’anno.

Ci sono quattro stagioni distinte

Ci sono infatti quattro stagioni distinte, con variazioni nelle temperature stagionali non troppo dissimili da quelle dell’Italia ma i periodi migliori sono sicuramente la primavera (inizi di aprile) e l’autunno (nella seconda metà di novembre).

In inverno è consigliabile viaggiare soprattutto se si vuole risparmiare sugli alloggi; l’estate è il periodo meno indicato perché fa molto caldo ed è umido.

Una volta stabilito il periodo, prenotare il volo con netto anticipo (il costo si aggirerà fra i 500 e gli 800 euro): l’Aeroporto di Narita è la principale porta di accesso al paese per chi arriva da località fuori dell’Asia Orientale (meno comune l’ingresso attraverso l’Aeroporto di Haneda).

Sono in aumento i voli intercontinentali

Sono in aumento i voli intercontinentali per l’Aeroporto internazionale del Kansai (presso Osaka) e il secondo aeroporto di Tokyo (Haneda).

Per gli alloggi ci sono diverse alternative in base al proprio budget, alla località e alla stagione: gli ostelli sono sicuramente i più economici assieme agli alberghi di fascia bassa.

Oppure si potrà optare per una locanda tradizionale giapponese con mezza pensione.

Prospettare quindi i posti da visitare e quali saranno gli spostamenti urbani e extraurbani da effettuare: così si potranno anche acquistare degli abbonamenti treno o autobus per risparmiare qualcosa.

In questo modo si potrà anche stabilire dove fermarsi a pranzo e prenotare per tempo anche utilizzando diverse applicazioni: è possibile mangiare in molti posti anche spendendo poco (sia a colazione che a pranzo che a cena) o comunque optare per diverse tipologie di cucine, oltre a quella giapponese.
[smiling_video id=”201994″]


[/smiling_video]


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Dove vuoi andare?