Praga, cosa mangiare di tipico

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Praga

Praga viene definita una delle città più eleganti d’Europa e, oltre ad avere molti monumenti ed edifici interessanti da ammirare, ha anche un’offerta culinaria molto ampia, fatta soprattutto di piatti sostanziosi e calorici, visto il clima di questa città. Per questo passare tre giorni a Praga è un ottimo consiglio anche per staccare dalla vita quotidiana con un week end diverso.

Vediamo allora cosa mangiare di tipico nella capitale ceca

Il gulasch è uno dei piatti più famosi non solo di Praga ma anche di altre nazioni dell’Europa dell’est (con delle piccole varianti da zona a zona).

Si tratta di un piatto a base di manzo (oppure di pollo o di cervo), accompagnato con pane e gnocchi di pane (knedlíky) ripieni, speziato con della paprika (ma è meno piccante rispetto al gulasch ungherese).

Anche la carne di maiale è un vero must della cucina di Praga, in particolare il Pečené vepřové koleno, cioè lo stinco di maiale arrosto servito con canederli e crauti.

Un altro arrosto è quello di lombo di manzo che viene accompagnato con una salsa agrodolce fatta con panna e carote e, a sua volta, ricoperto con marmellata di mirtillo e panna.

Fra gli street food consigliati da provare

Fra gli street food consigliati da provare nella capitale ceca c’è lo smazeny syr, vale a dire del formaggio fritto in una pastella di farina, uova e pangrattato e servito con patate, maionese e salsa tartara.

Ancora, il bramborák, il famoso pancake di patate, preparato con patate grattugiate mischiate a uova e pangrattato, condito con sale, pepe, aglio, maggiorana e cumino, fritto oppure passato in forno.

Anche le zuppe sono un piatto forte della cucina praghese come la kulajda, fatta con funghi e patate e servita con panna acida, oppure la česnečka, la zuppa all’aglio.

Fra i dolci ricordiamo i Kolách, una pasta lievitata rotonda farcita con composta di frutta o crema pasticcera o il Mazanec, un pane dolce tipico del periodo Pasquale, arricchito con uva sultanina, rum e decorato con granella di mandorle.

Infine la bublanina (o bubble cake) preparata con burro, uova, zucchero, farina, zest di limone e un pizzico di vaniglia.

Sopra viene aggiunta frutta fresca di stagione.
[smiling_video id=”293157″]


[/smiling_video]


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.