Cerca
Close this search box.

Budapest, cosa vedere nei dintorni della città 

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Budapest

Budapest, la capitale dell’Ungheria, ben si presta ad una vacanza all’insegna della storia e dell’arte ma anche all’insegna del divertimento e del relax (qui infatti si trovano le famose terme, i bagni, ottimi per rilassarsi e recuperare forma fisica e mentale). Visitare Budapest in tre giorni si può fare ma vi consigliamo di rimanere qualche giorno in più e visitare anche i dintorni della città.

Una volta visitata Budapest

Una volta visitata Budapest, si può utilizzare il tempo rimanente del proprio soggiorno per vedere i dintorni della città.

La prima città che si può visitare nei dintorni di Budapest è Szentendre, che si trova a 40 minuti di treno dalla capitale.

La città è famosa per la sua architettura barocca e per i suoi musei come il Museo Etnografico all’aperto (Skanzen) che riproduce case, fattorie, chiese ed edifici tipici dell’Ungheria del XVIII- XX secolo.

Nel centro cittadino sono molto caratteristiche le casette colorate e le due chiese ortodosse.

Partendo da Budapest si può anche visitare il piccolo paesino di Visegrád, dove si trova la famosa ansa del Danubio, vale a dire una curva di 90° gradi che devia la direzione del fiume.

Nel paese rimangono le rovine di quello che era il Castello, da cui si può godere di una vista molto bella sul Danubio; scendendo dalla collina si può visitare anche la residenza estiva del re Mattia Corvino.

Ancora, a circa un’ora di distanza da Budapest, si trova la città di Gödöllő con il Palazzo Grassalkovich, costruito come residenza estiva imperiale e frequentato dalla Principessa Sissi.

Subito fuori il castello

Subito fuori il castello si trova il giardino botanico di 350 ettari, visitabile in parte.

Nei dintorni di Budapest c’è anche la città di Székesfehérvár, dove un tempo avvenivano le incoronazioni dei re.

Anche qui si ritrovano delle casette colorate di stile barocco e si può ammirare il Castello di Bory, costruito a mano per ben 41 anni dall’architetto e Jenő Bory con sua moglie Ilona Komocsi.

Infine c’è la cittadina di Győr, di stile barocco, un importante forte militare in eta romanica.

Oggi sede dell’università e degli stabilimenti dell’Audi.
[smiling_video id=”293203″]


[/smiling_video]

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *