Cerca
Close this search box.

Vienna, cosa mangiare di tipico 

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Vienna

Vienna è diventata negli anni una delle capitali europee più visitate. A buon diritto perché la città è ricca di edifici storici, di eleganti viali e piazze, di musei e di una cucina gustosa ricca di pietanze tipiche tutte da assaggiare. Passare tre giorni a Vienna vi permetterà di godere del cibo, ma anche delle bellezze che la città ha da offrire.

Numerosi i chioschi dove mangiare

A Vienna sono numerosi i chioschi in cui poter assaggiare lo street food per eccellenza, i würstel, accompagnati da diverse salsine. Da provare nell’hot dog oppure nella versione austriaca del bratwürst: a pezzetti, con paprika, senape, ketchup e pane a parte.

Da gustare in strada anche i bretzel, con la loro tipica forma.

Si vendono in ogni panificio e possono essere al sale grosso, ripieni di formaggio o speck oppure dolci, ricoperti di zucchero e cannella.

Per un pranzo o una cena completa e sostanziosa, invece, ci sono le zuppe come la Frittatensuppe, arricchita con strisce di frittata, e la Griessnockerlsuppe, con gnocchetti di semolino.

Come è tipico anche di altre città europee, a Vienna si può gustare il Gulash, uno spezzatino di manzo o vitello, leggermente piccante. Sicuramente uno dei piatti più famosi di Vienna è la Wiener Schnitzel, vale a dire le scaloppine di vitello impanate accompagnate da patate.

Per quanto riguarda il pesce, si può gustare la trota al forno (Forelle nach Müllerin Art) mentre fra i contorni ricordiamo le patate con prosciutto fritto (Tiroler Gröstl) e gli asparagi (Marchfeld).

Ci sono poi i Knödel, vale a dire polpette preparate con semola, patate e mollica o ancora gli Spätzle, una pasta all’uovo con formaggio, cipolle alla griglia e burro.

Fra i dolci, invece, non si può non nominare la famosissima Sacher, una torta al cioccolato farcita con confettura di albicocche e ricoperta di cioccolato ma anche altri dolci farciti come i krapfen, i buchteln (farciti con marmellata di albicocche), lo strudel di mele o i biscotti di vaniglia e avena (Vanillekipferl).

Oltre al cibo, in Austria si producono degli ottimi vini e delle ottime birre; nel periodo invernale, poi, è da provare una bevanda calda, il punsch, vale a dire un tè caldo con rum, aromatizzato alla mela.
[smiling_video id=”239549″]


[/smiling_video]


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Dove vuoi andare?