Cerca
Close this search box.

Bagaglio imbarcato, cosa fare in caso di furto al suo interno

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Bagaglio

Uno degli incubi peggiori per i passeggeri di un volo aereo, è il furto di un bagaglio imbarcato o del contenuto dello stesso. Infatti, l’idea di lasciare il proprio bagaglio “incustodito” fino all’atterraggio, può creare non poche ansie durante tutto il volo. Quindi è bene capire cosa mettere nel bagaglio in stiva e cosa mettere in quello da portare a bordo.

Bagaglio e mano, dove riporre gli oggetti di valore

Il consiglio è quello di riporre gli oggetti di valore nel bagaglio a mano da portare con sé in cabina oppure nella borsa che si porterà con sé sull’aereo e non nel bagaglio che va in stiva.

Invece, nel caso estremo in cui si debbano depositare oggetti di valore nel bagaglio da imbarcare, è sempre meglio munirsi prima di un’assicurazione (che si può stipulare anche al check in) cioè una dichiarazione di valore.

In questo modo, sarà più semplice ricevere un risarcimento del valore dichiarato nel caso in cui il bagaglio venga danneggiato oppure si subisca un furto.

Nel caso di furto nel bagaglio

Ad ogni modo, nel caso sfortunato in cui si dovesse constatare un furto all’interno del bagaglio imbarcato o una manomissione della valigia (ad esempio, manca il lucchetto oppure è rotto), il passeggero dovrà recarsi all’Ufficio bagagli per avviare la pratica di danneggiamento e denunciare gli effetti personali mancanti nel proprio bagaglio.

In certi casi, è indispensabile anche denunciare il furto presso le autorità di polizia competenti.

In contemporanea, il passeggero dovrà anche inviare un reclamo scritto alla compagnia aerea, tramite email, fax o raccomandata con ricevuta di ritorno: questo reclamo dovrà pervenire entro 7 giorni dalla data in cui c’è stata la manomissione del bagaglio o il furto al suo interno.

I passeggeri che si vedano depredati del contenuto del bagaglio imbarcato o che notino una manomissione dello stesso, hanno diritto ad un risarcimento fino a 1000 DSP (diritti speciali di prelievo) che equivalgono a circa 1200 euro.

Nel caso in cui la compagnia aerea abbia una responsabilità specifica, questo risarcimento potrebbe essere anche di importo maggiore.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *