Cerca
Close this search box.

Il profondo Sud del Salento: Leuca e la costa del Capo

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
viaggio in salento

Il Salento è una terra che non finisce mai possiamo dire affermare che si tratta del profondo Sud. Da Lecce fino alla punta meridionale del Capo di Leuca, la provincia di Lecce è un susseguirsi di suggestioni e attrattive uniche e che hanno reso il Tacco d’Italia una delle mete estive più ambite da parte degli italiani.

La costa del Capo, meta di molti turisti

Santa Maria di Leuca è l’ultimo baluardo del territorio salentino, punto di riferimento di una dimensione speciale, autentica, la location ideale per una vacanza in relax con amici o con la famiglia.

Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca è il simbolo dell’incontro tra i due mari: il Salento, si sa, si sviluppa su due litorali, a est quello Adriatico e a ovest quello Ionico; a Leuca, le due correnti si incontrano senza mai unirsi e creano un incredibile effetto ottico: come se il mare si spaccasse a metà, puntando verso l’orizzonte. E lì si erge uno dei fari più importanti d’Europa, che con i suoi quasi 50 metri e oltre 150 anni di attività, è una vera e propria istituzione cittadina.

Torre Vado, Pescoluse e Torre Pali

Solo pochi km più in là di Leuca, ed ecco aprirsi davanti agli occhi le meraviglie del litorale ionico. Torre Vado è la prima marina, rinomata località balneare presa d’assalto fin da giugno; b&b, hotel e residence a Pescoluse fanno segnare il tutto esaurito da giugno fino a fine agosto, facendo leva su un territorio che, in pochi km quadrati, è capace di unire gli incanti del contesto marino con attrattive di carattere storico come le numerose torri d’avvistamento del periodo carlino e le incantevoli e misteriose grotte carsiche che circondano il perimetro della località. Torre Pali si pone in naturale continuità, si afferma grazie alla presenza di un piccolo porto per i pescherecci ma, soprattutto, risplende del bianco delle sue spiagge da cartolina, riconosciute dalla prestigiosa Bandiera Blu.

Su, fino a Gallipoli

Continuando sul tracciato lineare che, attraverso la litoranea conduce a Gallipoli, il fronte ionico si concede in tutta la sua bellezza incontaminata. Risalendo verso nord, il Salento si tinge delle seduzioni di Torre San Giovanni, contraddistinta da un mare dalle acque blu intenso e da una spiaggia soffice come nuvole. Uno scenario simile a quello che offrono località come Torre Suda e Marina di Mancaversa, a una decina di km da Torre del Pizzo, punta più acuminata della piccola insenatura conosciuta come Baia Verde, marina di Gallipoli, il cuore pulsante dell’estate salentina by night.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Dove vuoi andare?