Cerca
Close this search box.

Per Lonely Planet il Messico è una delle mete dell’anno

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Messico

Come ormai succede ogni anno, anche per questo 2018 gli esperti di Lonely Planet hanno realizzato una serie di guide flash dedicate a chi cerca consigli, spunti e suggerimenti sulle mete da scoprire nel corso delle proprie vacanze: le categorie sono “Top 10 città“, “Top 10 Regioni” e l’interessante “Destinazioni più convenienti“, che riporta le mete dove i valori del rapporto tra qualità dell’offerta turistica e costo sono decisamente interessanti.

I consigli della Lonely Planet

E se ai primi posti di queste micro classifiche si piazzano località come il Cile, Siviglia o Tallinn, chi invece sta pensando a un viaggio che possa mettere insieme più esperienze troverà sicuramente valido il suggerimento di una vacanza in Messico, una delle poche aree che riesce a conquistare menzioni in due categorie: per la precisione, la città di Guanajuato è all’ottavo posto tra le mete urbane, mentre la zona della Baja California è sempre ottava, ma per la convenienza.

Alla scoperta del Messico

D’altra parte, negli ultimi anni il Paese centroamericano si è guadagnato tantissima attenzione da parte dei turisti, che apprezzano l’ampiezza dell’offerta, che mette insieme scorci paesaggistici mozzafiato, mare cristallino e, non ultimo, zone archeologiche di primo ordine: per avere un’idea dei panorami che aspettano i viaggiatori diretti in Messico si può dare un’occhiata a questa gallery sul sito siviaggia, incentrata sui luoghi imperdibili nello Yucatan.

Sulla scia di Coco

 

Quest’anno, poi, il Messico ha compiuto un ulteriore balzo nell’immaginario collettivo grazie anche alla suggestione apportata dal fantastico film d’animazione Coco, realizzato dalla Disney Pixar e premiato con un meritato Oscar nella recente cerimonia di inizio mese: questo cartoon non è solo ambientato nel Paese americano, ma affonda a piene mani nella cultura della popolazione, facendo riferimento soprattutto al forte legame che i messicani hanno con i propri antenati e familiari passati a miglior vita.

La città modello del Regno dei Morti del film

E proprio Coco è stato uno dei motivi per i quali la Lonely Planet ha premiato la città di Guanajuato, che è stata utilizzata dai produttori della Pixar come modello del Regno dei Morti visto sul grande schermo: anche nella realtà questa piccola località, che si trova sugli altopiani centrali del Paese, vanta un panorama urbano di grandissimo impatto scenico, composto di chiese dalle decorazioni elaborate, piazze incantevoli e case variopinte disseminate nella valle rigogliosa, frutto di un passato di ricchezza grazie alle locali miniere d’argento.

I panorami della Baja California

Le bellezze naturali sono anche l’ingrediente per il quale gli esperti del settore guide consigliano di scoprire la “Baja California”, area che comprende le zone di Tijuana o Tecate e molto di più: si tratta infatti della seconda penisola più lunga al mondo, che copre un territorio di 1200 chilometri e “contiene”, al suo interno, delle vere e proprie chicche nascoste.

Un esempio è la Ruta del Vino nella Valle de Guadalupe, che non ha nulla da invidiare alla poco distante Napa Valley pur rivelandosi molto meno cara, mentre altre città come Todos Santos, Loreto, San Ignacio, Mulegé e La Paz “sono autenticamente messicane e offrono strutture ricettive con un eccellente rapporto qualità-prezzo”, come si legge nelle motivazioni segnalate da Lonely Planet.

Una nuova scoperta archeologica

Abbiamo citato in alcune circostanze il grande patrimonio archeologico che possiede la nazione: ebbene, a breve potrebbe aggiungersi un’altra incredibile area a questo elenco!

Proprio nelle scorse settimane un team di ricercatori, grazie a
una sofisticata tecnologia laser, ha rivelato nello stato
del Michoacán l’esistenza di una città “perduta” e sepolta che contava
una quantità di edifici pari a quelli presenti oggi a Manhattan.

Si tratta, secondo quanto trapela, dell’antica zona di Angamuco, che fu
costruita circa mille anni fa dai Purépecha, popolo autoctono rivale dei
più noti Aztechi.
[smiling_video id=”204154″]


[/smiling_video]


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

7 risposte

  1. Il Messico è una delle mete che ho più adorato. Soprattutto l’interno. Secondo me il Messico vero si trova dalle parti del Chiapas. Là ho visto un Messico più interessante, meno patinato rispetto alle spiagge oceaniche. Quanti bei ricordi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Dove vuoi andare?